PD. Primarie a Milano vittoria o sconfitta?

A Milano il PD perde nelle proprie primare, a vantaggio di una sinstra alternativa. http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/11/15/news/primarie_a_milano_pisapia_batte_boeri_ho_fatto_un_miracolo_adesso_un_altro-9116540 Fatico però a comprendere perchè in Italia una sconfitta, debba essere per forza colpa di un erroree non riconoscere il valore dell’avversario. Pertanto se si accetta una competizionecome le primarie, sta nel gioco che si possa perdere da un alleato a cui va riconosciuto il … Continua a leggere

PD? Assente…

Poche righe per segnalare un articolo abbastanza sconfortante. In una sinistra che dovrebbe imparare a fare un’opposizione fiera e dignitosa e proporre un’alternativa seria di governo, il principale partito che vorrebbe fronteggiare lo srapotere delle destre, riesce a risultare flaccido anche in un Consiglio Comunale come quello di Bergamo, dove la vecchia amministrazione di centrosinistra si era distinta per serietà … Continua a leggere

La guerra sporca.

Non che ci sia una guerra pulita, anche se oggi con le tecnologie che ci sono, sembra più facile farcelo credere. Satelliti spia, bombe intelligenti, droni, radar, agenti supersegreti superaccessoriati, fanno sembrare ogni cosa possibile. In realtà la guerra è odio e morte, i giochi sono sempre quelli, dell’inganno, della violenza indiscriminata, delle atrocità nascoste, pur di ottenere una vittoria, … Continua a leggere

Voto disgiunto

Post di pubblica utilità per le elezioni regionali 2010. Quì un link con le possibilità di voto: http://www.newsfood.com/q/9d650ab9/elezioni-regionali-2010-come-si-vota Io mi permetto di segnalare l’interessante possiblità del voto disgiunto. Poco apprezzato sia dagli scrutatori (obbligandoli a fare un conteggio piùcomplicato), sia da partiti (che preferirebbero probabilmente, una fiducia pura alla lista e non al candidato), permette di votare un candidato al … Continua a leggere

Pubblicità politica invasiva?

Formigoni fa guerrilla marketing sul web. E i pendolari si lamentano e accusano sia il Governatore della Lombardia uscente sia Google. http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/03/23/news/xxx_xxx-2855151/ Insomma, mi sembra che i limiti della ragionevolezza siano stati oltrepassati. Che il Web sia divenuto da qualche anno un fertile territorio di campagna elettorale lo sanno anche i muri, specie dopo che lo stesso Barak Obama ha … Continua a leggere

Manifestazioni

PDL sfila a Roma. Centomila? Centocinquantamila? Un milione? Un milione e mezzo? Al di là della guerra dei numeri, costellata come spesso accade dalle ironie delle parti avverse, si è mossa una chiamata alle armi del PDL. Legittima senz’altro, anche se un osservatore come il sottoscritto non può che notare l’anomalia di un governo legittimamente e saldamente in sella nelle … Continua a leggere

La politica solo sexy?

Purtroppo forse è la verità. In un sistema dove conta l’immediato, il tutto e ora, possibilmente con poco sforzo, nella cultura dell’immagine, appare ovvio che chi ha alle spalle una carriera d’immagine, di notorietà (positiva o negativa che sia, il detto “basta che e ne parli” è attualissimo) ha ben prepagato e preconfezionato lo sforzo di una campagna elettorale che … Continua a leggere

Par condicio e talk show

E’ una girandola di emozioni quella che ruota attorno alla par condicio e la soppressione dei talk show. Oggi il Tar del Lazio ha sospeso il blocco dei talk show, garantendo ai privati la libertà di mettere in onda quello che reputano giusto. http://www.ilgiornale.it/interni/par_condicio_stop_annullato_tar_pd_talk_show_politici_subito_onda/politica-televisione-elezioni-rai-mediaset-sky-agcom-tar-par_condicio/12-03-2010/articolo-id=429015-page=0-comments=1 Se reputo una cosa adeguata l’esercizio della par condicio per quel che riguarda l’ente pubblico, reputo … Continua a leggere

Lista o non lista?

Per la Provincia di Roma, della Regione Lazio, la lista del PDL non è riuscita a presentarsi in regola e sembra non sembra possa partecipare alle prossime elezioni regionali. Siamo ridotti a un livello che i partiti non riescono nemmeno a gestire la regolare presentazione delle liste. Mi era capitato di sentire problemi di questo tipo alle piccole liste che … Continua a leggere