Dimenticanze.

Partendo dalla questione del 25 Aprile mi permetto una piccola riflessione sulla vicenda politica che stiamo vivendo.Come ogni anno, ne più ne meno, vedo dai giornali che ci sono le solite rumorose polemiche sui festeggiamenti. A Bergamo c’è chi contesta il Sindaco Franco Tentorio di essere fascista (lo è lo si sa) perché presenzia alle manifestazioni in qualità di rappresentante … Continua a leggere

Il ritorno dei morti viventi. Riecco Berlusconi.

Un morto che cammina, e che fa molta paura. Silvio Berlusconi rivendica il suo ruolo di leader del Pdl e torna alla carica del suo esercito allo sbando. La notizia è di quelli che tutti aspettavano, quella di un capo che dopo essere stato cacciato con infamia dal suo popolo, torna a combattere, più debole che mai ma pronto a … Continua a leggere

Stop al consumo di territorio: Monti una la fa giusta!

Finalmente un bel segnale contro la cementificazione del territorio. Il Governo di Mario Monti vara un Decreto Legge contro il consumo del territorio imperante in Italia. Finalmente un governo si pone dalla parte degli ambientalisti, schierandosi a difesa delle aree agricole, ritenute fondamentali nei concetti di produzione autoctona, chilometro zero, difesa del suolo. Da Corriere.it Il sito Stop al Consumo … Continua a leggere

Furto di Stato? Monti ci scippa le tesorerie locali?

Il Governo Monti vuole appropriarsi delle tesorerie locali convogliandole in una tesoreria unificata di Stato. La notizia non circola moltissimo ed è passata sottotraccia, ma è di quelle esplosive e a mio parere molto gravi. Dopo anni di austerity finanziaria, tesa a rispettare il patto di stabilità, ecco il colpo di mano, quasi da golpista del Governo. Via i risparmi … Continua a leggere

Germania: scoppia il nucleare.

Eccola la notizia tanto attesa dagli ambientalisti. La forte Germania, attuale traino d’Europa e notoriamente paese ben ponderato nelle proprie scelte, ha deciso di fermare ogni progetto nucleare. A breve numerosi impianti saranno fermati entro quest’anno mentre solo tre procederanno sino al 2022. Resta ancora da capire come mai il Governo italiano il cui popolo la decisione di opporsi al … Continua a leggere

Il Governo italiano chiude col nucleare (per ora).

Dovrebbe essere una giornata di tripudio per gli ambientalisti. Il Governo Berlusconi fà, almeno all’apparenza, una svolta di 180° sul nucleare e sospende ogni programma. Con tutta probabilità decadrà quindi il Referendum del 12 giugno, almeno sulla questione del nucleare. Tuttavia, eccetto Bersani, i leader dei gruppi promotori del Referendum rispondono stizziti, accusando il governo di aver fatto una truffa … Continua a leggere

Cultura no, anzi si. Nucleare no, anzi ni…

Consiglio dei Ministri denso di scelte importanti su temi attuali. Da una parte si reintegra il fondo alla cultura su cui c’erano state molte polemiche e proteste più o meno eclatanti. Dall’altra c’è una moratoria sul nucleare, il cui percorso è di fatto rimandato dai 12 ai 24 mesi, forse anche solo per preparare meglio l’eventuale campagna politica sull’argomento. Non … Continua a leggere

No election day. Altri soldi buttati grazie ai nostri politici

  Il Parlamento ha bocciato l’election day, ossia il fare coincidere le elezioni amministrative al voto dei Referendum. http://www.repubblica.it/politica/2011/03/16/news/garante_per_l_infanzia_governo_battuto_due_volte-13674122/ Da anni ormai ci si prende gioco del Referendum, il più democratico degli strumenti per permettere ai cittadini di dire la loro su argomenti importanti della vita politica e sociale. La casta dei nostri politici ne fa un uso strumentale, da … Continua a leggere

Il voto italiano visto dalla Svizzera

Anche all’estero riescono ad essere più lucidi nell’analisi di quanto si riesce a fare in Italia. La sinistra ha le sue belle colpe. Ecco il link a un interessante commento di un sito svizzero che si rapporta ai caplamentari italiani eletti all’estero. http://www.swissinfo.ch/ita/politica/Berlusconi_si_salva_per_una_manciata_di_voti.html?cid=29026264

Piove, Governo CEPU

Ebbene Berlusconi ha vinto un’altra volta disintegrando politicamente l’ex alleato Fini. Tutto sommato è giusto che chi ha vinto le plebiscitarie elezioni dalle liste bloccate, continui a governare il paese e debba rendere conto al popolo solo a fine mandato. A perdere è ancora una volta la dignità del nostro parlamento, costretto a giocare su torbidi mercanteggi di voti e … Continua a leggere