Tradurre la truffa: una lettera da Faligi Editore

 Traduttori, o per lo meno presunti o aspiranti tali. Linguisti… Siamo carne da macello. Non bastano contratti ridicoli, paghe da terzo mondo, incarichi umilianti pur di racimolare qualcosa; ad alcuni di voi, come è capitato più volte al sottoscritto, saranno state fatte proposte a dir poco straordinarie nell’essere, (le chiamerei indecenti) da parte di supposte case editrici, per collaborare con … Continua a leggere