Il film di Bin Laden

Osama%20Bin%20Laden%20nel%201998.jpgQuesto interessante articolo di Repubblica, traccia alcune considerazioni che mi son sovvenute all’uccisione di Bin Laden. Ossia come siamo ormai preparati a confondere realtà e finzione. Vedere le immagini di Barak Obama in sala controllo a seguire il raid che ha portato all’uccisione del terrorista non ha fatto che ricordarmi la medesima scena vista e rivista in tanti film di guerra o azione.

http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2011/05/03/news/osama_hollywood-15720944/?ref=HREA-1

Tutto ciò però mi da un senso di inquietudine. In quest’epoca dove la multimedialità sembra poterci dare un’idea completa della realtà, esistono anche molti metodi altrettanto efficaci di contraffazione. Ormai non possiamo essere certi di nulla, nemmeno dei nostri occhi, perché possono raccontarci o ricostruire qualsiasi cosa vogliano farci vedere.

C’è chi ancora sostiene la teoria del complotto sulle torri gemelle, mentre Bin Laden sembrava morto e resuscitato decine di volte, oppure appariva e scompariva nel mondo utilizzando sosia. Alcuni lo davano come uno spettro inventato dagli Usa per giustificare il loro interventismo.

Ora è stato ucciso in diretta TV davanti a Barack Obama, ma il corpo è stato occultato in mare e il test del DNA ovviamente è nelle mani dei suoi catturatori. Ovvero esistono prove virtuali a cui occorre dare fiducia, o che si possono contestare a prescindere. Alcuni addirittura ora che è morto dicono che non contava nulla.

Un gioco di specchi, verità e negazioni, fatto di gente che esulta per l’uccisione di un demonico fantasma e di vendicative minacce per l’uccisione di un eroe, un gioco di parti, sposso poco importa quale sia la realtà, virtuale, contestata  e contestabile.

Il film di Bin Ladenultima modifica: 2011-05-04T20:08:15+02:00da marcutioo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento