Profughi o clandestini? Il no europeo alle richieste italiane fa riflettere.

Frontiera_500.jpgL’Europa boccia le richieste di un intervento speciale per aiutare l’Italia nel controllare il flusso migratorio dall’Africa in particolare da Libia e Tunisia.

Si scatena la bagarre, con il Ministro degli Interni italiano Maroni furibondo e deluso a domandarsi se ha senso restare in Europa se l’Europa quando è chiamata a dare una mano se le lava entrambe.

Le dichiarazioni del ministro sono subito state prese come spunto per un attacco polemico nei suoi confronti.

Tuttavia personalmente trovo più interessante un altro spunto di riflessione. L’Europa nel dire no a Maroni è passata immediatamente alle vie di fatto; in particolar modo la Francia e l’Austria stanno schierando forze speciali ai confini con l’Italia per respingere gli immigrati che l’Italia ha riconosciuto come profughi. Praticamente hanno ripristinato le frontiere abolite ormai da anni. (Vedi articolo a proposito)

Di fatto l’Europa mi pare divisa nello scegliere che posizione prendere nel riconoscere gli immigrati tra profughi e clandestini. Mi ricorda una canzone degli anarchici (ma ben apprezzati dal pubblico di sinistra) Punkreas “Terrorista NATO”.

Mi chiedo se dopo i recenti fatti (tra cui la questione del crocefisso nelle aule scolastiche reintegrata da Bruxelles) come debba porsi la sinistra italiana a vocazione europeista Questa deve difatti fare i conti con un’Europa che di fatto si pone su posizioni opposte a quelle caldeggiate dalla sinistra stessa.

Per apporfondire la notizia vedi il sito de La Stampa: http://www3.lastampa.it/politica/sezioni/articolo/lstp/397441/

Profughi o clandestini? Il no europeo alle richieste italiane fa riflettere.ultima modifica: 2011-04-12T19:37:00+02:00da marcutioo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento