Papa denuncia l’educazione sessuale.

Religioni+e+Stato.jpg Il Papa Benedetto XVI all’udienza al Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede ha accusato l’educazione civile impartita nelle scuole di alcuni Paesi europei come una minaccia alla libertà religiosa.

Il discorso ha toccato anche una difesa abbastanza aperta delle scuole private e religiose.  Se da un lato ritengo che la libertà religiosa debba essere rigorosamente inviolabile, dall’altro credo che uno stato civile e moderno debba anche promuovere valori sociali e civili al di sopra delle religioni. Non può esistere che uno stato favorisca o accetti la divisione sociale all’interno del suo territorio per etnie o religioni, divisione che evidentemente può anche farsi contrapposizione o prevaricazione.

Personalmente sono contrario al sostegno alle scuole private e religiose. Se per le prime chi sceglie di mandare il proprio figlio in una scuola speciale ha anche il dovere di pagare per l’elitarietà del suo figlio, per le secondo credo che in una società multiculturale e multirazziale ed essenzialmente laica come la nostra, la scuola debba fornire valori civili uguali per tutti, mentre i valori religiosi debbano essere impartiti separatamente, in famiglia o garantendo spazi e momenti educativi esterni all’ambito scolastico e curati da personale non statale.

 

http://www.momentosera.it/articolo.php?id=12853

http://www.corriere.it/esteri/11_gennaio_10/appello-papa-medioriente-cristiani_54ccb986-1ca5-11e0-a4b5-00144f02aabc.shtml

Papa denuncia l’educazione sessuale.ultima modifica: 2011-01-12T09:53:00+01:00da marcutioo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento