La danza delle province

Province si, province no. Nell’impazzare della questione della nuova manovra del governo, il caso più contraddittorio è quello delle province. Prima si annuncia con fierezza il taglio di alcune province,quelle sotto i 220000 abitanti. Poi si salvano quelle che sono in mano agli amici. Poi invece si salvano tutte. Premesso che sono a favore del mantenimento degli enti locali, fondamentali … Continua a leggere

Manovra e manovranti

La solita vergogna. Sono sempre i cittadini i primi a pagare, meno servizi, meno opportunità di lavoro, congelamenti  degli stipendi per i dipendenti statali, meno distribuzione delle risorse, meno investimenti per ricerca e cultura. Dal’altra parte condoni per far sconti a chi i soldi li ha già. Nessun incremento di tasse sui grandi patrimoni o chi guadagna il doppio o … Continua a leggere

Fasci e birraioli

Non capisco perché fare una cronaca storica debba sempre scatenare polemiche. Qui si discute per delle etichette commemorative della birra Peroni, che ripercorrendo le vittorie italiane, ha inserito il fascio littorio per commemorare Francia 1938. La mia sensazione è che nonostante il tempo passi, in Italia non si riesca ancora ad affrontare la nostra storia con il giusto distacco ed … Continua a leggere

Scuola: ritardo turistico?

Allungare le vacanze delle scuole sino al 30 settembre. Il sentatore Pdl Pdl Giorgio Rosario Costa lo propone per aiutare il turismo, il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini la vuole persino valutare. Va bene che con la crisi è giusto vlautare tutte le ipotesi, ma attivare a subordinare l’attivtà scolastica ad interessi turistici. Nell’articolo di Republbica si sentono già voci discorandi, … Continua a leggere

Intercettazioni stop

Ok il decreto sulla privacy è arrivato. Ad un primo impatto, sembra impossibile che si possa più fare giornalismo d’inchiesta. Marachelle, inciuci e quant’altro di politici, amministratori, industriali, mafiosi, vip e meno vip, non potranno più avvenire tramite fughe di notizie durante le indagini, o durante i processi. Da un lato non riesco a capire dove è giusto che la … Continua a leggere

Non si cicla per andare al lavoro

Non conosco la legge, quindi non mi esprimo. Ma se una persona va al lavoro in bici (o qualsiasi mezzo proprio) e fa un incidente non è tutelata al pari di chi prende il bus e magari scivola scndendo dalla piattaforma oppure è investito attraversando il semaforo, mi sembra ci sia qualche stortura.   http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/132629_ferita_in_bici_non__infortunio_linail_doveva_andare_in_bus  

Nuovo codice stadale

Varato il nuovo codice per la strada. Fa notizia il casco obbligatorio per i ciclisti under 14, ma anche il fatto che non si potrà più togliere punti alle patenti dei ciclisti. Io spero solo che non diventi obbligatorio anche per gli adulti… sennò dovrò passare al monopattino… http://www.bergamonews.it/bergamo/articolo.php?id=25798  

Illegalità al nuovo ospedale di Bergamo

Se il bel giorno si vede dal mattino… Gli appalti subappaltati, controlli incrociati che per una volta funzionano, ma che sia la norma è tutto da comprovoare. Intanto in un cantiere che dovrebbe rappresentare il fiore all’occhiello della provincia se non della Regione, emerge nero, illegalità e il solito sfruttamento dei lavoratori. C’è solo da sperare che almeno nel settore … Continua a leggere